Questura di Lecce

  • Viale Otranto n.1 - 73100 Lecce ( Dove siamo)
  • telefono: 08326931
  • fax: 0832691777
  • email: gab.quest.le@pecps.poliziadistato.it - immig.quest.le@pecps.poliziadistato.it - anticrimine.quest.le@pecps.poliziadistato.it - ammin.quest.le@pecps.poliziadistato.it

LA POLIZIA DI STATO ARRESTA E DENUNCIA I RESPONSABILI DI UNA SERIE DI FURTI AVVENUTI IN CITTA’ E PROVINCIA

refurtiva taurisano

La riorganizzazione ed il successivo potenziamento dei servizi di controllo del territorio, in atto da diversi mesi, sia in città che su tutta la provincia di Lecce, attraverso l’impiego di tutte le articolazioni operative della Polizia di Stato, sta dando i primi importanti risultati.

Nella serata di ieri:

- sono stati arrestati due ladri che in trasferta da Bitonto hanno commesso un furto presso l’area di servizio Q8 di Taurisano;

- è stato sventato un furto in villa sulla strada per Arnesano;

- sono stati arrestati due coniugi di Taranto che hanno commesso un furto all’interno del negozio “Coin” di Piazza Mazzini;

I FATTI

  • FURTO ALLA Q8 DI TAURISANO

     

    Nella nottata,  verso le ore 02.30, la Volante del Commissariato di P.S. di Taurisano è intervenuta presso il distributore di carburante Q8 che si trova sulla S.P. Taurisano- Casarano perché era scattato l’ allarme per furto.

    Immediatamente è intervenuta sul posto una Volante che ha constatato la consumazione del furto, desunto dal taglio effettuato con una smerigliatrice della parte superiore della cassaforte della colonnina “accettatore”, registrato dalle immagini del sistema di video sorveglianza.

    All’arrivo, i poliziotti hanno notato due automobili uscire dall’area di servizio e dirigersi verso Casarano. Insospettiti, gli agenti hanno raggiunto e bloccato una delle due macchine con a bordo due uomini, un 59enne ed un 66enne, entrambi di Bitonto, a carico dei quali sono emersi numerosi precedenti per furto aggravato, ricettazione, porto e detenzione abusiva di armi e rapina.

    La perquisizione effettuata all’interno del veicolo ha permesso di rinvenire:

  • una tronchesina
  • una chiave a pappagallo della lunghezza di cm. 25
  • due torce
  • un telefono cellulare
  • una batteria per ricetrasmittente
  • tre guanti in lattice.

    Mentre la perquisizione personale addosso ai fermati, ha portato al sequestro di oltre 500,00 euro, parte dell’intero ammontare della cassa.

    La batteria dei malviventi era composta da 5 persone, tre dei quali si sono dileguati e gli altri due sono stati arrestati per furto aggravato in concorso.

    Indagini in corso e ricerche attivate anche sui altri tre complici, occupanti la seconda auto.

     

  • TENTA UN FURTO IN UNA VILLA SULLA STRADA PER ARNESANO MA VIENE MESSO IN FUGA DALL’ARRIVO DELLA VOLANTE. DENUNCIATO

    Intorno alle ore 04,30 di questa notte, una volante è intervenuta, su segnalazione al 113, per la presenza di ladri all’interno di una villa sulla strada per Arnesano.

Il proprietario, insospettito da alcuni rumori, non ha esitato a chiamare la Polizia.

Gli agenti immediatamente intervenuti hanno notato il cancello di ingresso della villa che era semiaperto e, nel vialetto della villa, una autovettura di grossa cilindrata con il cofano aperto e il motore ancora  caldo.

Gli agenti hanno subito effettuato un’accurata perquisizione dell’auto all’interno della quale è stato rinvenuto:

  • un carrello in metallo a due ruote;
  • una pistola giocattolo con il tappo rosso, nascosta in un bauletto all’interno del bagagliaio;
  • un portafoglio contente documenti di riconoscimento del proprietario dell’auto.

    A seguito del sopralluogo all’interno ed all’esterno della villa i poliziotti hanno anche rinvenuto, nei pressi del garage,  un grosso piede di porco e due cacciaviti, utilizzati per forzare una porta che conduceva ad una stanza adibita a deposito.

    L’arrivo della volante ha messo così velocemente in fuga il ladro, costretto ad abbandonare tutto, anche i documenti di identità dai quali si è potuto risalire all’indirizzo.

    Le ricerche sono chiaramente proseguite nell’abitazione del ladro.

    All’atto del controllo dei poliziotti, l’abitazione si presentava con la porta aperta, le chiavi ancora inserite nella serratura e le luci interne accese è risultato irreperibile ma del proprietario nessuna traccia.

    Il proprietario dell’auto, già noto, è stato indagato in stato di irreperibilità per tentato furto aggravato e violazione di domicilio.

 

FURTO ALLA COIN DI PIAZZA MAZZINI: ARRESTATI DALLA POLIZIA DI STATO DUE CONIUGI TARANTINI

Nel pomeriggio di ieri, sul 113 è arrivata la segnalazione di furto consumato, all’interno del Centro Commerciale Coin di Piazza Mazzini, ad opera di una coppia notata mentre sottraeva dagli scaffali profumi ed altri accessori femminili.

In via Trinchese, una volante è riuscita a bloccare e ad identificare le due persone: un uomo di 49 anni e la moglie di 46, entrambi di Taranto.

Dalla perquisizione personale su entrambi i fermati  i poliziotti hanno rinvenuto:

  • tre profumi di note marche;
  • due orologio di bijou;
  • un paio di orecchini di bijou;
  • una tronchesina;
  • un cacciavite;
  • un coltello;

    I coniugi sono stati arrestati e condotti alla locale Casa circondariale per furto aggravato e continuato in concorso e possesso di oggetti allo scasso.

    Gli arrestati dovranno anche pagare una contravvenzione per mancata revisione dell’auto a bordo della quale sono arrivati in città.


12/10/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

21/10/2018 10:18:17